• Ma quanto tempo prima devo pensare alle partecipazioni?

    18.09.2019 • Archiviato in weddings, write for you

    Ci siamo, è Settembre, e per molte di noi è come se fosse Gennaio, con pranzi e fuochi d’artificio lasciati alle spalle (che magari è anche vero, perchè la fine di Agosto spesso viene festeggiata con fuochi e feste, in spiaggia però).

    Dunque, è Settembre e chi sta pensando e progettando di sposarsi l’anno successivo comincia ad agitarsi e a sentirsi un pò in ritardo, anche se non sa bene per che cosa, visto che sembra tutto così lontano.
    Per la mia esperienza Settembre è il mese giusto per iniziare a programmare le cose da fare,  e soprattutto mettere in fila le attività e i fornitori che devono essere contattati. Di solito gli Sposi pensano prima alla cerimonia religiosa o civile e alla location. Si sa che per Chiesa e/o Comune bisogna prendersi per tempo e le locations – quelle belle, d’atmosfera, alla Pinterest – vanno via come il pane.
    Poi arriva il momento delle Partecipazioni: sembra che ci sia tutto il tempo del mondo, ma moltissime spose che mi contattano si trovano veramente a pochi mesi di distanza dal matrimonio che ancora le devono pensare e ordinare ai fornitori. Tutto si può fare, anche in poche settimane, ma dipende sempre dal tipo di partecipazione che si desidera per il proprio giorno, il giorno più bello.
    Ed eccomi qui, quindi, a darti qualche piccolo consiglio dettato dalle esperienze fatte con gli Sposi e con le Wedding Planners.

    Cerchiamo di andare per ordine

    Se il contatto avviene da parte di una Wedding Planner, molto spesso lei ha già individuato con gli Sposi un tema e una palette di colori che caratterizzeranno il giorno del matrimonio. Avrà già preparato una mood board d’ispirazione con dettagli ritrovati sul web o su Pinterest, fonte d’ispirazione incredibile e piena di immagini fantastiche, che ti portano via e ti fanno sognare. Dai primi contatti con gli Sposi avrà già capito come potrebbe essere la partecipazione giusta per loro, con quali decorazioni e personalizzazioni. Le indicazioni che mi vengono fornite sono già abbastanza definite, con esempi e foto a cui ispirarmi. Parto da qui per creare il progetto personalizzato, spesso in collaborazione con una grafica, con la proposta della carta e della busta, e degli inchiostri che si abbinano al tema e ai colori individuati. Ci saranno poi appuntamenti fissati insieme agli Sposi  e con la Wedding Planner per visionare le prime bozze, apportare modifiche e accogliere osservazioni, per poi riproporre il progetto definitivo per la stampa e la personalizzazione di buste e partecipazioni in calligrafia. Se invece non mi è possibile incontrare direttamente gli Sposi, sarà la wedding planner che mi farà da tramite e mi trasmetterà le indicazioni per procedere

    Se il contatto avviene direttamente da parte degli Sposi (o della Sposa, solitamente questa è un’attività che tiene per sè stessa) procedo inizialmente con una chiaccherata telefonica o via Skype, per capire un pò meglio che cosa ha già in mente, se ha già le idee chiare o se sta mettendo insieme tanti piccoli dettagli visti un pò quà e un pò là, ma ai quali non riesce a dare un filo conduttore. I canali attraverso i quali vengo contattata sono tramite il mio sito web o il mio profilo Instagram, quindi spesso gli Sposi sono già orientati verso una Partecipazione o una Wedding Suite diversa e personalizzata, sono persone che amano la scrittura e le creazioni “fatte a mano” e quindi mi è più facile far loro comprendere la particolarità dei miei lavori e il tempo che è necessario per realizzarli. Anche in questo caso partiamo insieme creando una bacheca da condividere su Pinterest, dove inserire tutte le ispirazioni che arrivano a me e a gli Sposi: temi, colori, dettagli, questo canale social è davvero fonte di ispirazioni infinite! E poi si comincia insieme a scremare, a definire meglio lo stile, le illustrazioni o decorazioni, i colori degli inchiostri, il colore e la forma della busta, la consistenza della carta. Da qui in poi procedo con la presentazione di una prima bozza di progetto, dando una visione completa di quella che potrebbe essere la Wedding Suite completa e poi, se gli Sposi approvano, si parte! Non è un lavoro che si riesce a fare in poche settimane, come ben capirete, spesso dettato anche dagli impegni degli Sposi che magari nel frattempo devono definire altri aspetti legati al matrimonio. E’ un lavoro che parte parecchi mesi prima della data del matrimonio, ha bisogno di essere assimilato nel tempo.

    E quindi, quanto tempo prima devi pensare alle Partecipazioni?

    Ti rispondo subito: sicuramente 8-9 mesi prima è il momento giusto per focalizzarsi sulle Partecipazioni, ma mi aspetto che gli Sposi abbiano iniziato almeno un anno prima a definire a grandi linee il loro progetto “wedding”, prima di tutto il budget totale che hanno a disposizione per questo giorno e magari già una suddivisione – a grandi linee – per argomento/fornitori (costo della location, catering, addobbi floreali, abiti, partecipazioni e wedding suite etc.). Per il resto del timing delle Partecipazioni e Wedding Suite, insieme a qualche altro consiglio, ti ho preparato un schema che puoi scaricare e consultare durante il tuo periodo di preparazione al matrimonio: ovviamente è focalizzato sulla parte che seguo io e quindi non ti dà una visione completa di quello che c’è da fare per organizzare un matrimonio nella sua complessità – per questo ci sono le Wedding Planner – ma è comunque un piccolo strumento che spero ti possa aiutare. Se sei gà iscritta alla mia newsletter, riceverai il link nei prossimi giorni quando arriverò direttamente nella tua casella di posta. Se non sei già iscritta o se pensi che qualche tua amica potrebbe trovarlo utile, vai qui e iscriviti! Arriverà anche a te direttamente nella casella di posta che mi indicherai.

    Spero di esserti stata di aiuto con questi piccoli consigli, ma se hai delle domande specifiche puoi contattarmi tramite email oppure tramite il mio profilo Instagram.

    Ti aspetto e ti abbraccio!

    Emanuela

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *